La Storia del Cap. Giovanni Gaggino

Giovanni Gaggino (Varazze, 1846 – Garaoch, 1918) è stato un armatore, aforista e capitano italiano

Appassionato viaggiatore e cronista d'epoca, nel 1879 intraprese un viaggio in Cina e Siberia, raggiungendo quella che lui considerava la nuova San Francisco, la cittadina russa di Vladivostok. La sua conoscenza della Malesia, raggiunta da lui per ben 3 volte, e dei territori limitrofi gli consentirono di formulare un dizionario e manuale di conversazione italiano-malese di estrema rarità. Nel 1898, in uno dei suoi ultimi viaggi, affiancato da un ingegnere australiano, Giovanni Gaggino percorse la vallata cinese del fiume Yang Tze Kiang.

Aforismi di Giovanni Gaggino

• La moneta tenuta inoperosa a nulla serve, e rende schiavo chi la possiede.
• Nelle imprese ove non è rischio, non vi può essere gloria.
• Riconoscere la propria ignoranza, è grandezza.
• Risparmio è doppio guadagno.
• La moneta è il linguaggio internazionale.
• La necessità avvilisce, come la ricchezza insuperbisce, umilia l'uomo dabbene, fa un birbante del cattivo.
• Soltanto l'ignorante può ritenersi felice; per chi ha cuore gentile ed intelletto sveglio, i mali che affliggono l'umanità bastano a renderlo infelice.

Fonte: Wikipedia

Varazze Malesia Giovanni Gaggino Comandante
Total votes: 1002